0

Carro de la compra

Categorías

3 aprile 2019 L’esercizio fisico è un trattamento naturale per la depressione

3 aprile 2019 L’esercizio fisico è un trattamento naturale per la depressione

Diversi tipi di psicoterapia hanno obiettivi diversi. Secondo la Mayo Clinic di Rochester, Minnesota, questi obiettivi includono aiutare le persone: (2)

Adattarsi a una crisi o ad altre difficoltà situazionali attuali Identificare convinzioni e comportamenti negativi o distorti e sostituirli con quelli sani e positivi Identificare i problemi della vita che contribuiscono alla depressione e cambiare i comportamenti che la peggiorano Esplorare relazioni ed esperienze per migliorare le interazioni con altre persone Sviluppare abilità per far fronte meglio con lo stress e risolvi i problemi Identifica i problemi nella vita che alimentano la depressione e impara come evitare comportamenti che peggiorano questi problemi Ritrova un senso di controllo e soddisfazione nella vita per contrastare i sintomi della depressione come rabbia e disperazione Impara a fissare obiettivi di vita realistici Sviluppa comportamenti più sani che migliorare la capacità di tollerare e accettare lo stress

Due dei tipi più comuni di psicoterapia utilizzati per la depressione sono la terapia cognitivo comportamentale (CBT) e la terapia interpersonale.

Secondo l’American Psychiatric Association, la CBT aiuta le persone a identificare modelli di pensiero e comportamento dannosi o inefficaci e sostituirli con pensieri e comportamenti funzionali più accurati.

Le persone sottoposte a CBT spesso hanno dei “compiti a casa” tra le sessioni in cui esercitano le loro nuove abilità nel mondo “reale”.

La terapia interpersonale aiuta i pazienti a comprendere i problemi di fondo e li aiuta a imparare modi sani per esprimere le emozioni e migliorare il modo in cui comunicano con gli altri. (3)

CORRELATI: 9 diversi tipi di depressione

Farmaci antidepressivi alterano la chimica del cervello

Gli antidepressivi, sviluppati per la prima volta negli anni ’50, sono farmaci che moderano i neurotrasmettitori, sostanze chimiche nel cervello che regolano l’umore, come la serotonina, la norepinefrina e la dopamina.

Circa il 13% degli americani di età pari o superiore a 12 anni riferisce di assumere antidepressivi, secondo il National Center for Health Statistics, con le donne circa il doppio delle probabilità degli uomini di assumere antidepressivi (circa il 16% contro il 9%).

Un quarto di tutte le persone che assumono antidepressivi lo ha fatto per un decennio o più. (4)

Ci sono molti diversi tipi di farmaci per la depressione oggi disponibili. La maggior parte rientra nelle seguenti classi di farmaci, raggruppate in base al loro effetto sulla chimica del cervello:

SSRI (inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina), gli antidepressivi più comunemente prescritti SNRI (inibitori della ricaptazione della serotonina e della noradrenalina) IMAO (inibitori della monoamino ossidasi) Antidepressivi triciclici e tetraciclici

Alcuni antidepressivi ampiamente utilizzati non rientrano nelle categorie di cui sopra, come Wellbutrin (buproprion).

Tutti questi farmaci richiedono una prescrizione di un medico e di solito impiegano diverse settimane per iniziare a funzionare. Hanno anche possibili effetti collaterali che il medico può discutere con te. (2)

CORRELATI: 7 miti comuni sulla depressione

La terapia elettroconvulsivante può aiutare a sconfiggere la depressione resistente al trattamento

Quando la psicoterapia e i farmaci non alleviano i sintomi della depressione o vi è un alto rischio di suicidio, i medici possono ricorrere alla terapia elettroconvulsivante (ECT). Una volta chiamata elettroshock terapia, l’ECT ​​ha fatto molta strada da quando è stata utilizzata per la prima volta, negli anni ’40.

L’ECT trasmette una corrente elettrica attraverso il cervello mentre la persona è sotto anestesia generale, causando una crisi breve e controllata che colpisce i neuroni e la chimica del cervello. La persona si sveglia 5 o 10 minuti dopo, secondo la National Alliance on Mental Illness (NAMI), ed è pronta per riprendere le normali attività in circa un’ora.

La maggior parte delle persone si sottopone da quattro a sei trattamenti prima di vedere un miglioramento significativo; dopo di che possono avere ECT meno frequentemente, seguito, in alcuni casi, da ECT di “mantenimento”, possibilmente ogni mese o una volta all’anno.

L’ECT può causare effetti collaterali temporanei, inclusi mal di testa, dolori muscolari, nausea, confusione e perdita di memoria.

Un’altra opzione per la depressione resistente al trattamento è la stimolazione magnetica transcranica (TMS), che utilizza campi magnetici per stimolare i neuroni, mirando all’area del cervello che si ritiene sia coinvolta nella regolazione degli stati d’animo. (5)

CORRELATO: Come affrontare la depressione del caregiver

I trattamenti innovativi funzionano in modi innovativi

I ricercatori continuano a fare progressi nello sviluppo di nuovi tipi di trattamenti antidepressivi. Nel 2019 la Food and Drug Administration (FDA) statunitense ha approvato due farmaci unici nel loro genere:

Spravato (esketamina), uno spray nasale, può aiutare le persone che non rispondono ad altri antidepressivi. È derivato dalla ketamina, un anestetico ampiamente utilizzato (e una droga da party psichedelica) e somministrato solo presso centri di trattamento certificati a causa della possibilità di abuso e dipendenza. Mentre gli antidepressivi tradizionali possono richiedere settimane per avere effetto, l’esketamina agisce rapidamente, di solito entro poche ore. (6) Zulresso (brexanolone) è il primo farmaco specificamente approvato per le neomamme con depressione postpartum. Viene somministrato come infusione endovenosa in un ambiente sanitario per due giorni e mezzo (60 ore) continuamente e di solito funziona entro pochi giorni. È chimicamente simile a un ormone che si pensa sia associato alla depressione postpartum. (7)

I cambiamenti nello stile di vita possono avere un ruolo

Le persone con depressione grave richiedono l’aiuto di professionisti medici – non possono curarsi da soli – ma i cambiamenti nello stile di vita possono integrare altri trattamenti o contrastare la depressione lieve.

Questi includono:

Esercizio, che può rilasciare sostanze chimiche che migliorano l’umore e migliorare la funzione cerebrale (8) Yoga, meditazione o altre tecniche mente-corpo, che possono ridurre lo stress e alleviare le emozioni negative Gruppi di supporto per le persone con depressione, che possono essere trovati attraverso organizzazioni come la National Alliance on Mental Illness

Alcune persone affette da depressione si rivolgono all’erba di San Giovanni come rimedio casalingo, ma i medici sono preoccupati per le interazioni con altri farmaci. Non usi l’erba di San Giovanni durante l’assunzione di antidepressivi, perché la combinazione può provocare gravi effetti collaterali. (2)

Segnalazione aggiuntiva di Pamela Kaufman.

Risorse che amiamo

Assistenza telefonica nazionale SAMHSA Alleanza nazionale sulle malattie mentali Healthfinder. govBlurt

Iscriviti alla nostra newsletter sul benessere mentale!

Fonti editoriali e verifica dei fatti

Statistiche: depressione maggiore. Istituto Nazionale di Salute Mentale. Febbraio 2019. Depressione (disturbo depressivo maggiore): diagnosi e trattamento. Mayo Clinic. 3 febbraio 2018. Che cos’è la psicoterapia? American Psychiatric Association. Gennaio 2019. Pratt LA, Brody DJ, Gu Q. Uso di antidepressivi tra persone di età pari o superiore a 12 anni: Stati Uniti, 2011-2014. NCHS Data Brief No. 283. National Center for Health Statistics. Agosto 2017. ECT, TMS e altre terapie di stimolazione cerebrale. Alleanza nazionale sulla malattia mentale. Gli elementi essenziali sull’eskatamina per la depressione resistente al trattamento. Cleveland Clinic. 20 marzo 2019. Cosa sapere sul nuovo farmaco per la depressione postpartum. Cleveland Clinic. 3 aprile 2019. L’esercizio fisico è un trattamento naturale per la depressione. Lettera sulla salute di Harvard. 30 aprile 2018. Mostra meno

L’ultimo della depressione

I 10 migliori alimenti per lenire la depressione stagionale

Un assortimento di cibi che stimolano il cervello e livellano il livello di zucchero nel sangue può aiutare ad alleviare i sintomi del disturbo affettivo stagionale (SAD).

Di Jessica Migala, 25 febbraio 2021

La vitamina D può aiutare a trattare la depressione?

La vitamina D è famosa per aiutare il nostro corpo a costruire ossa forti, ma la ricerca mostra anche che potrebbe aiutare ad alleviare i sintomi della depressione. Ecco dove. . .

Di Lorie A. Parch, 22 giugno 2020

Parlare di depressione: un glossario dei termini usati per descrivere il disturbo

Vuoi saperne di più sulla lingua che descrive la malattia mentale che colpisce più di 264 milioni di persone in tutto il mondo? Ecco i dettagli su. . .

Di Julie Marks, 17 gennaio 2020

Come individuare i segni della depressione adolescenziale

I sintomi della depressione negli adolescenti possono essere interpretati male e il disturbo è spesso frainteso.

Di Katie Hurley, LCSW, 9 ottobre 2019

Come affrontare la depressione del caregiver

Nonostante una maggiore consapevolezza della depressione, la depressione del caregiver sta ancora volando sotto il radar. Scopri cosa guardare e come ottenere aiuto.

Di Michelle Seitzer, 11 settembre 2019

Il primo farmaco per la depressione post-partum ottiene l’approvazione della FDA

Un trattamento rivoluzionario allevia rapidamente i sintomi, ma richiede un’iniezione endovenosa per più di due giorni e ha un prezzo elevato.

Di Don Rauf, 21 marzo 2019

La FDA approva lo spray nasale per la depressione resistente al trattamento

Il farmaco derivato dalla ketamina promette nuove speranze per le persone che non hanno beneficiato dei farmaci antidepressivi.

Di Becky Upham, 11 marzo 2019

La depressione da ketamina è la migliore nuova speranza?

Presto, un nuovo tipo di trattamento della depressione potrebbe essere più facilmente disponibile. È per te?

Di Holly Pevzner, 16 gennaio 2019

Terapia dell’esposizione per la depressione, PTSE e altro

Originariamente un trattamento per il disturbo da stress post-traumatico (PTSD), la terapia dell’esposizione viene ora utilizzata per trattare l’ansia, la depressione, le fobie e altro ancora.

Di Kathleen Doheny, 27 ottobre 2015

Segni di depressione nei bambini

La depressione non è solo per harmoniqhealth.com gli adulti, anche i bambini possono averla. Tieni d’occhio comportamenti persistenti come questi.

Di Jaimie Dalessio Clayton, 15 marzo 2013 “

Se sei depresso, non sei solo: negli Stati Uniti, anche più di 17 milioni di adulti e 3 milioni di adolescenti lottano per restare a galla. iStock

Fai fatica ad alzarti dal letto quasi tutte le mattine? Il solo pensiero di vestirsi è estenuante? È sempre meno divertente passare del tempo con amici e familiari? Ti ritrovi a mangiare molto di più o molto meno del solito?

Molte persone pensano che essere depressi significhi semplicemente sentirsi davvero, davvero tristi. Eppure non devi essere in lacrime per essere depresso. Tutti i comportamenti di cui sopra – e una miriade di altri che influenzano il modo in cui pensi, senti, ti comporti ed esprimi te stesso – possono essere segni di depressione.

In effetti, la depressione è una delle malattie più comuni in tutto il mondo, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità. (1) Solo negli Stati Uniti colpisce circa 17, 3 milioni di adulti di età pari o superiore a 18 anni (8,7% delle donne e 5,3% degli uomini) e circa 3,2 milioni di adolescenti di età compresa tra 12 e 17 anni (13. 3 per cento), secondo il National Institute of Mental Health (NIMH). (2)

Notizie più recenti sulla depressione

I 10 migliori alimenti per lenire la depressione stagionale

12 fatti sorprendenti sulla depressione

8 sintomi di depressione da non ignorare

La vitamina D può aiutare a trattare la depressione?

Come fai a sapere che si tratta di un disturbo depressivo maggiore?

Probabilmente hai sentito la parola “depressione” usata per descrivere i normali cali di umore quotidiani, cose come “Questo taglio di capelli mi ha reso così depresso” o “Quel film era così triste, sono depresso. “Ma quando sei effettivamente depresso,” Non sei solo blu o giù di morale “, dice la psicologa clinica Lorna Gale Cheifetz, PsyD. “Non stai davvero funzionando. “

Infatti, per essere diagnosticati con un disturbo depressivo maggiore – a volte chiamato depressione clinica o semplicemente depressione, o con la sua abbreviazione, MDD – devi sperimentare diversi sintomi distinti per la maggior parte della giornata, quasi ogni giorno, per almeno due settimane.

Uno di questi sintomi deve essere una sensazione persistente di tristezza o vuoto o una perdita di interesse per le attività che ti piacevano, come il lavoro, gli hobby, vedere gli amici, persino il cibo e il sesso.

Secondo l’attuale Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM-5) dell’American Psychiatric Association, devi anche provare almeno quattro dei seguenti sintomi (o tre se hai entrambi i sintomi sopra):

Cambiamenti significativi dell’appetito – perdita o aumento di peso non correlato alla dieta Difficoltà a dormire (insonnia) o dormire troppo (ipersonnia) Aumento dell’irrequietezza (chiamata agitazione psicomotoria) o viceversa, movimento più lento (chiamato ritardo psicomotorio) energia, fare anche compiti semplici, come vestirsi o lavarsi, difficile Sentirsi inutili o inopportunamente colpevoli, come pensare costantemente agli errori passati Difficoltà a pensare chiaramente, concentrarsi o prendere decisioni Pensieri ricorrenti di morte o suicidio (senza o senza un piano specifico), o un tentativo di suicidio

È importante notare che per contare ai fini di una diagnosi di disturbo depressivo maggiore, un sintomo deve causare un notevole disagio o rendere le attività quotidiane molto più difficili del solito. Quindi, ad esempio, se normalmente hai problemi ad addormentarti, l’insonnia non sarebbe considerata un sintomo di depressione maggiore per te.

Quando non è un disturbo depressivo maggiore?

Se hai alcuni dei sintomi sopra, ma non abbastanza, o non sono abbastanza gravi da soddisfare i criteri per MDD, potresti avere un disturbo depressivo persistente (PDD), il nuovo nome del DSM-5 per quello che era precedentemente chiamato distimia.

I sintomi del PDD sono simili ai sintomi del MDD – problemi di sonno, bassa energia, bassa autostima, difficoltà di concentrazione, scarso appetito e sentimenti di disperazione – ma sono più lievi e sono cronici: in genere puoi funzionare, ma non al tuo migliore.

Per soddisfare i criteri per il PDD, il tuo umore deve essere basso e devi avere almeno altri due sintomi per due anni o più.

È anche possibile avere qualcosa chiamato “doppia depressione”, in cui il PDD si evolve in MDD (tipicamente provocato da un evento scatenante, come la perdita di un lavoro o il mancato raggiungimento di un obiettivo importante), quindi torna a PDD. Anche se non ben nota, la doppia depressione colpisce il 75% delle persone con PDD a un certo punto, secondo la National Alliance on Mental Illness. (3)

Puoi persino sentirti depresso e non avere affatto un disturbo dell’umore. Questo perché i sintomi di molte altre condizioni mediche, tra cui anemia, problemi alla tiroide, malattia di Lyme, morbo di Parkinson e cancro al pancreas, possono mascherarsi come depressione. (4)

A rendere le cose più confuse, la colpa potrebbe essere dei farmaci. Uno studio dell’Università dell’Illinois presso il Chicago College of Pharmacy, pubblicato nel giugno 2018 sul Journal of the American Medical Association, ha stimato che il 33% degli adulti statunitensi potrebbe utilizzare uno o più farmaci da prescrizione che possono causare effetti collaterali che imitano la depressione, compresi i pensieri. del suicidio. (5) Questi includono contraccettivi orali e alcuni trattamenti per la pressione alta, colesterolo alto, reflusso acido e acne grave.

“I pazienti e gli operatori sanitari devono essere consapevoli del rischio di depressione che deriva da tutti i tipi di farmaci da prescrizione comuni, molti dei quali sono anche disponibili allo sportello”, osserva Dima Mazen Qato, PharmD, PhD, assistente professore presso il Dipartimento di Pharmacy Systems, Outcomes, and Policy presso l’Università dell’Illinois a Chicago e autore principale dello studio.

“Molti potrebbero essere sorpresi di apprendere che i loro farmaci, nonostante non abbiano nulla a che fare con l’umore o l’ansia o qualsiasi altra condizione normalmente associata alla depressione, possono aumentare il rischio di manifestare sintomi depressivi e possono portare a una diagnosi di depressione. “

Quali sono le radici della depressione?

Esiste un ampio accordo tra professionisti della salute mentale e ricercatori sul fatto che la depressione è principalmente causata da tre tipi di fattori che interagiscono a vari livelli in ciascun paziente: biologico (inclusi i tuoi geni, i tuoi ormoni e la tua salute fisica), psicologico (come le tue capacità di coping. e come ti vedi) e sociale (come eventi della prima infanzia o stress prolungato al lavoro oa casa).